Sbandieratori

Le bandiere hanno una storia antichissima che si può far risalire fino agli Assiri e Babilonesi ed hanno sempre avuto un duplice scopo, bellico e ornamentale. In guerra erano utilizzate dagli eserciti per mandare messaggi e ordini a reparti diversi, talvolta disposti anche a grandi distanze tra di loro: per fare ciò gli sbandieratori dovevano eseguire movimenti e lanci precisi delle bandiere che dovevano essere interpretati inequivocabilmente. Il periodo di maggior utilizzo delle bandiere fu nel Medioevo e nel rinascimento quando oltre che come strumento di comunicazione militare erano utilizzate in Giostre, Tornei e feste di piazza per arricchire i fastosi cortei dei Principi, le cui insegne araldiche erano dipinte sui drappi.


Il nostro gruppo costituitosi nel 1975 insieme al gruppo musici è costituito da circa 15 elementi  ed oltre a dar vita al Palio Sbandieratori all’interno della “CONTESA ESTENSE – CITTA’ DI LUGO” partecipa dal 1989 ai Campionati Nazionali degli Sbandieratori.Lo spettacolo degli Sbandieratori si articola in diversi esercizi, variabili per difficoltà e coreografia. Si parte dalla disciplina del “Singolo Tradizionale” in cui l’abile alfiere arriva ad esibirsi con 5 bandiere contemporaneamente per passare poi ad esibizioni a squadre da 2 a 10 elementi con una o più bandiere.  

Le secolari figurazioni dello sbandieramento singolo, a coppie ed a squadre  coordinate ed interpretate danno vita ad uno spettacolo dinamico ed altamente coreografico, affascinante per l’eleganza ed emozionante per l’impegno atletico. Dovunque arrivano, gli Sbandieratori suscitano l’entusiasmo delle folle che vedono in questi atleti il perpetuarsi di una tradizione di grande civiltà. Le rappresentazioni fatte dagli sbandieratori hanno origine in Italia negli anni ’60 e sono divenute nel tempo veri e propri spettacoli con virtuosismi ed acrobazie, facendo divenire i gruppi di sbandieratori ed il loro spettacolo elementi fondamentali in tutte le rappresentazioni storiche d’italia.